Cluster Nazionale Tecnologie per gli Ambienti di Vita

LE MOTIVAZIONI

Il cambiamento demografico e in particolare il crescente invecchiamento della popolazione (entro il 2020 circa il 25% della popolazione europea avrà più di 65 anni).  La crescente richiesta di sostenibilità ambientale e la riduzione dei consumi delle risorse primarie (gli ambienti di vita sono fra i maggiori consumatori di tali risorse). La crescente richiesta di sicurezza intesa sia come security che come safety negli ambienti domestici.

 

GLI AMBITI

Sistemi ICT per ambienti di vita, domotica, Ambient Intelligence (AI), Ambient Assisted Living (AAL) con particolare riferimento alle tematiche del benessere e del comfort, dell’inclusione sociale, dell’assistenza domiciliale, della sicurezza e della salute.

 

IL CONTESTO EUROPEO, NAZIONALE, REGIONALE

Horizon 2020: tematiche delle Tecnologie per gli Ambienti di Vita, in particolare nelle priorità ICT E KEY ENABLING TECHNOLOGIES (KET) e SOCIETAL CHALLENGES e nelle tematiche “Health, demographic change and well‐being” e “Inclusive, innovative and secure societies”; Joint Programme “Ambient Assisted Living”; Joint Programme Initiative (JPI) “More Years, Better Life”; nell’ambito della European Innovation Partnership (EIP), azione “Active and Healthy Ageing”.
A livello nazionale: gli obiettivi del cluster rientrano pienamente nel quadro strategico generale, nella priorità “Inclusione sociale e servizi per la qualità della vita e l’attrattività territoriale” e sono congruenti con il Piano Nazionale per la Ricerca.
A livello regionale: nelle regioni coinvolte agiscono un elevato numero di soggetti pubblici e privati impegnati da tempo in attività di ricerca e sviluppo negli ambiti tecnologici e produttivi del cluster. 

 

GLI OBIETTIVI

ll Cluster TAV nasce con lo scopo di sostenere, attraverso l’eccellenza scientifica e tecnologica, l’attrattività di investimenti nei settori produttivi emergenti e strategici legati ai sui ambiti di operatività, e in particolare: ha come obiettivi: il consolidamento infrastrutturale della ricerca e il trasferimento tecnologico in relazione alle necessità e alle aspettative delle realtà produttive nazionali, il sostegno alla creazione e partecipazione di progetti ed iniziative nazionali ed internazionali, l’identificazione delle attuali barriere all'innovazione e delle opportunità nel campo dell'invecchiamento attivo e in buona salute, il miglioramento del grado di interazione dei cittadini (soprattutto anziani e soggetti fragili) con le tecnologie, la realizzazione di un collegamento stabile tra il mondo della ricerca e quelli della produzione e del credito, la promozione delle competenze scientifiche e tecnologiche presenti sul territorio nazionale anche attraverso la costruzione di banche dati condivise, la facilitazione dell’accesso alle strutture ed alla strumentazione per la ricerca, la crescita dimensionale e l’internazionalizzazione delle imprese del settore, la promozione dello sviluppo dell’imprenditorialità tecnologica con la costituzione ed il potenziamento di nuove imprese e spin‐off ad alta tecnologia, la promozione dell’alta formazione per l’inserimento di risorse umane altamente qualificate nelle imprese della filiera ed in generale la diffusione della cultura dell’innovazione.

 

I RISULTATI ATTESI

Fra i risultati attesi del cluster TAV figurano: nuovi prodotti e componenti per l'automazione di funzioni negli impianti e nelle apparecchiature tecnologiche degli edifici, nuovi componenti e sistemi di comunicazione per il miglioramento della fruizione e della gestione degli spazi dentro e fuori gli edifici, piattaforme tecnologiche di integrazione e interoperabilità a configurazione flessibile, sensori e microsistemi di nuova generazione, dispositivi indossabili, dispositivi affidabili e non invasivi per il rilevamento o la prevenzione di situazioni di pericolo, reti wireless per la determinazione della posizione dell’utente indoor, sistemi anti-intrusione avanzati, microsistemi per la generazione di energia, nuove architetture software e hardware per la gestione degli ambienti,  smart objects, mobili ed elettrodomestici intelligenti, nuovi sistemi per gestire le informazioni mediche dei pazienti e monitoraggio di parametri vitali, sistemi innovativi per la gestione dell’assistenza domiciliare, dispositivi e sistemi innovativi per l’inclusione sociale, nuove interfacce utente elderly‐friendly.